Charlie Musselwhite & Treves Blues Band – Azzano S. Paolo

Con i dovuti distinguo, sono due imprescindibili punti di riferimento per il blues soffiato nell’armonica. Insieme per qualche data in Italia, hanno condiviso lo stesso palco anche ad Azzano San Paolo (BG) More »

Umbria Jazz 2017

Non sembrerebbe luglio se non ci fosse Umbria Jazz, il festival che quasi ininterrottamente dal 1973 corolla le lunghe giornate perugine. Edizione, quella di quest’anno particolarmente speciale per tanti motivi; innanzi tutto More »

ZZ TOP SIERRE BLUES FESTIVAL 2017

Aspettavamo i barbuti del Texas da qualche anno, dopo averli apprezzati sempre in terra svizzera nel 2013, e più precisamente ad Ascona, in un viaggio in moto quasi da film con l’amico More »

GOV’T MULE al Live Club di Trezzo sull’Adda (Mi), 15 giugno 2017

E’ la metà di un mese piuttosto caldo e l’anticipo d’estate non invoglia certo a chiudersi in un live -club per sentir suonare, anche se un’altra serata di pastoso blues’n’roll è quanto More »

Torrita Blues 2017

Passeggiando per il piccolo centro storico toscano, c’è chi definisce Torrita come il salotto del blues di “casa nostra”, noi preferiamo paragonarlo ad una specie di cucina, ambiente molto più accogliente e More »

NORTH MISSISSIPPI ALLSTARS – BRESCIA

Mancavano da qualche anno dai palchi italiani, da quando erano di supporto al tour di Robert Plant del 2014,  poi negli ultimi due anni il solo Luther era tornato per alcune date. More »

Ecco per l’estate il n. 139 di Giugno

In questo numero: Robert Kimbrough Sr. Keb’ Mo’ Harry Smith Marcus King Lil’ Son Jackson W.E.B. Du Bois   More »

SUGAR BLUE LIVE AT DRUSO CIRCUS – BERGAMO 6/4/2017

Troppo lungo sarebbe fare anche solo una sintesi della lunghissima carriera musicale di Sugar Blue, 68 anni e sulle scene da 50. e la lista delle sue collaborazioni con i grandi del More »

7° EUROPEAN BLUES CHALLENGE

Questa volta la destinazione ad Aprile è un lembo di terra, fredda e desolata, ma non simile a quella di Eliot, bensì, parafrasando l’Amleto, c’è del blues in Danimarca, non poco, anzi More »

Marcus King Band – Milano

Un pubblico di adulti accorso davanti ad un ventenne per farsi trasportare negli anni della loro gioventù, gli anni settanta. Così possiamo giustificare la gran parte degli avventori che hanno riempito il More »

HAVE MERCY BLUES FESTIVAL

L’Associazione “Original People Singing”, chiedendo aiuto ad un’altra associazione “Blues Made In Italy” nella figura dell’infaticabile “boss” Lorenz Zadro con i suoi sparring partner, Patrick Moschen e Valter Consalvi, da tre anni, More »

Martin’s Gumbo Blues Band: We Need A Mojo

We Need A Mojo è il nuovo disco della Martin’s Gumbo Blues Band, trio guidato dal chitarrista Fabrizio Martin (con Daniele Peoli al basso e Diego Boni alla batteria). Un ottimo disco More »

DELTA MOON – Nidaba

I Delta Moon sono una formazione di Atlanta capitanata da Tom Gray e Mark Johnson, che ha un certo seguito negli Stati Uniti, come in Europa, e ritrovarli una sera di primavera More »

Tedeschi Trucks Band – Alcatraz, Milano

Attendevamo con impazienza il primo concerto milanese e, unico in Italia, della band dei coniugi Trucks, in Europa per una serie di date tra marzo e aprile, sulla scia del loro recentissimo More »

Category Archives: Blues in Italy

PAUL VENTURI & MAX SBARAGLI – Bagamojo – Holdout’n’Bad 002 (I)-2013-

Il-Blues-Magazine-Bagamojo-CDBagamojo è il calore del deserto che dà la tanto agognata tregua verso l’imbrunire. E’ un cane randagio e malconcio che vaga tra l’autostrada ed i campi in cerca di cibo. E’ l’aborigeno australiano dallo sguardo fiero e impenetrabile che forse nasconde saggezze sconosciute. Bagamojo è un fiume in secca in attesa dell’apertura delle chiuse a monte, un treno arrugginito che viaggia verso l’ignoto, l’aurora boreale che arriva a colorare la fredda notte del nord. Dire che Bagamojo è l’Africa forse è riduttivo… [continua a leggere nel numero di giugno]

ARTISTI VARÎ – Blues Made In Italy 2012 – European Blues Challenge 2012 – Autoprodotto (I)-2013-CD+DVD-

Il-Blues-Magazine-BMII-EBUI fatti sono noti, ma dietro alla crescente affermazione di due iniziative italiane dedite alla musica blues, ci sono due della “migliore gioventù” organizzativa, senza dimenticare gli encomiabili partner di “mezza età”, parmensi e veronesi. Il giovane Lorenz Zadro ha avuto l’idea di radunare una volta all’anno a Cerea (VR) musicisti, addetti ai lavori e appassionati con l’obiettivo di creare nuovi stimoli all’interno del Blues In Italy. Davide Grandi invece, come membro dell’European Blues Union si è assunto il compito di organizzare, unitamente all’Associazione Rootsway di Parma, le selezioni italiane per scegliere… [continua a leggere nel numero di giugno]

JOE CHIARIELLO – Slidin’ Delta – Autoprodotto (I)-2012-

Come è potuto succedere che un ragazzino di dodici anni non abbia perso la testa per una diavoleria tecnologica, tipo ipad, iphone, tablet, o per scarpe e abbigliamento griffato, ma l’abbia persa per Robert Johnson e altri bluesman del Delta Blues? Viene naturale chiedersi se dalle sue parti, il Cilento, ci siano un crocicchio di strade polverose e ombre sinistre! Non lo sappiamo e non ci addentriamo nei meandri misteriosi… [continua a leggere nel numero di giugno]

EGIDIO JUKE INGALA & THE JACKNIVES – Tired Of Beggin’ – Roots Beat 001 (I)-2013-

Il nostro Egidio calca le scene del blues italiano ormai da tanti anni, ricordo ancora i Dirty Hands negli anni ’90 (non facciamo calcoli please…), e ha avuto modo di sviluppare nel tempo il suo stile personale e famoso ormai anche, e soprattutto, al di là delle Alpi. I Jacknives, ovvero Marco Gisfredi alla chitarra e Enrico Soverini alla batteria, sono relativamente “giovani”, li ricordo ai tempi in cui erano membri di un altro grande armonicista italiano, Marco Pandolfi. Quadra il cerchio Massimo Pitardi al basso.. [continua a leggere nel numero di giugno]

TINO CAPPELLETTI & KAPPELLMAN JOY BAND – Everything’s Alright – Autoprodotto (I)-2013-

Ha passato gran parte della sua vita a suonare il basso per gli altri. Ora Tino Cappelletti si è messo in proprio, forse stimolato anche dai suoi due figli, Sarah cantante ed Ettore chitarrista e bassista. Seguendo dunque orme già impresse, per questo suo esordio discografico ha messo in piedi una sorta di gruppo di famiglia (allargato con altri musicisti) e realizzato questo CD, il quale stando alle nove cover scelte sembra assumere i toni di una sorta di proposta personale articolata… [continua a leggere nel numero di giugno]

WILD BONES – The Road To Memphis – Roots Beat 001 (I)-2013-

Queste selvagge ossa di strada ne hanno fatta, come recita il titolo del loro lavoro, essendo arrivati nel gennaio di quest’anno fin nei sacri luoghi del blues, ovvero Clarksdale e il Mississippi (anche se definire sacri i luoghi della musica del diavolo sembra quasi un controsenso…)… [continua a leggere nel numero di giugno]

MAURO FERRARESE – Wounds, Wine & Words – Autoprodotto (I)-2011-

Questo CD di Mauro Ferrarese rimane ad oggi l’ultimo suo episodio solista, in quanto lo vede impegnato solo con voce e dobro. Una situazione con la quale c’è nato e con la quale si trova particolarmente a suo agio, perché mette a frutto il suo costante impegno per l’apprendimento del blues delle origini, con un’attenzione anche per una parte della musica popolare bianca americana. Ci convive quotidianamente con la tradizione, tanto da essere una specie di hobo immerso nell’antico rituale… [continua a leggere nel numero di giugno]

 

DARIO LOMBARDO & THE BLUES GANG – The Pop Life Studio Sessions (Vol 1 &2) Cluster 002-0033 (I)-2012-

Non si può dire che Dario Lombardo sia musicista prolifico quanto a dischi, visto che il precedente “Searching for Gold” (“Il Blues” n. 84) risale ormai al 2003. Questa volta però il musicista torinese raddoppia e pubblica due dischi in contemporanea, o per meglio dire, quasi un album doppio che ne mostra la personalità musicale a tutto tondo. Registrati nel corso del 2011, negli studi Pop Life di Milano, Lombardo e i suoi sodali, la storica sezione ritmica Pavin / Bertagna, Valentina Comi al piano e Andrea Scagliarini all’armonica, con Marco Rafanelli chitarra ritmica, adottano un approccio diretto, privo di artifici…  [continua a leggere nel numero di giugno]

ROBERTO CIOTTI – Equilibrio Precario – Aliante Dischi 516 (I)-2013-

Non è da oggi che Roberto Ciotti esprime a cuore aperto i suoi stati d’animo, sentimentali, politici, sociali. E’ disilluso e amareggiato dalla vita quotidiana (lo capiamo), ma non lo dimostra alzando la voce, facendo monologhi durante i concerti, o agitando dita e braccia e mandando a….questo e quello. Non è nelle sue corde, è un introverso ed è stato definito “orso”, ma non tiene la bocca chiusa e i suoi testi non sono banali o mirati a rime ad effetto… [continua a leggere nel numero di giugno]

 

 

I REVERENDI – Wooden Boobs – The Secret Tale Of Maury Zarsa Autoprodotto (I)-2013-

E’ incredibile come in un periodo così tecnologicamente avanzato, in cui praticamente puoi fare tutto con un semplice smart phone o un tablet ed una usb key, ci sia ancora chi invece ritorna a suonare acustico, come questo duo di Torino, chitarra e armonica, ovvero i Reverendi. Penso che sotto la fatica di pizzicare le corde…[continua a leggere nel numero di giugno]