Detroit Blues

(Per gentile concessione)

(Per gentile concessione)

Eddie Burns ci racconta il Detroit Blues                                 di Jas Obrecht

Nella decade successiva alla Seconda guerra mondiale, gli epicentri del blues urbano furono Chicago, Houston, Oakland e Los Angeles. Ma altre città hanno dato un contributo essenziale, tra esse Detroit dove i musicisti nel quartiere Black Bottom – Paradise Valley, suonavano swing, jump blues, piano  boogie-woogie e country blues elettrificato. Il clou della scena musicale di Detroit era attorno ad Hastings Street, con i suoi negozi di proprietà di afroamericani, club e ristoranti, ma anche case da gioco, bordelli e house parties. Lì John Lee Hooker, Eddie Burns, Baby Boy Warren, Willie D. Warren, Calvin Frazier, Henry Smith, Washboard Willie, Eddie Kirkland, Bobo Jenkins e molti altri bluesmen di Detroit…[continua a leggere nel n° 132 – Settembre 2015]