Dal 1982 l’unica rivista italiana dedicata al blues e alle sue culture

Vuoi contattare la nostra rivista?
Segui le indicazioni

Tutte le info utili per abbonarsi alla rivista, o per ricevere le copie arretrate

ricordi

Tanti anni di storia e passione tra incontri e avventure in Italia, Europa e Stati Uniti

Dal 1982 – grazie ad un idea del nostro Direttore Marino Grandi – la nostra rivista ha permesso ai tantissimi collaboratori che si sono avvicendati di fare esperienze incredibili, a contatto con la vera realtà del blues mondiale. Esperienze che abbiamo sempre cercato di trasmettere – con tutti i colori del bianco e nero – ai nostri tanti lettori, che ci potranno seguire anche attraverso il nostro sito.

riconoscimenti

Negli USA parlare e diffondere la cultura della musica Blues è relativamente facile, anche se le problematiche sono numerose. Farlo in Europa e specialmente in Italia, una delle nazioni con maggiore personalità culturale e patria indiscussa della musica cosiddetta “colta”, è operazione improba. Ma poiché è difficile vivere in un mondo da cui non si può evadere, si deve tentare di renderlo più accogliente così da poterci abitare meglio, sia pure per il breve tempo concesso all’effimera vita umana.

Concerti

Felicità, felicità, felicità!!

Inevitabile ma obbligatorio rimarcare la contentezza di riavere, nella sua rituale forma, uno dei più rilevanti festival europei.

I suoi numeri parlano chiaro; 11 location, 500 artisti impegnati in 260 eventi per 10 giorni di musica non stop inglobati in una città, Perugia, che si trasforma magicamente attraverso un’atmosfera unica, difficile da spiegare ma doverosamente respirare almeno una volta nella vita.

Il nostro racconto si dividerà in tre parti evidenziando la tipica struttura di Umbria Jazz. Sviluppatasi nel corso di quasi 50 anni, offre un programma altisonante contestualizzabile come contenitore di tanti festival nel festival.


il nostro disco del mese

Mississippi Soon

Etichetta: Alligator 5009 (USA) -2022-

Nessun dubbio che Charlie Musselwhite sia figlio del Mississippi, per origine biografica e musicale e lo abbia dentro di sé ovunque lo abbia portato la sua strada. Questo disco, il primo vero e proprio solista in studio, almeno da “The Well” uscito su Alligator nel 2010, sancisce anche il suo ritorno in pianta stabile nello stato natale, a  Clarksdale, per la precisione.

Charlie ha trascorso la decade scorsa tra due collaborazioni di successo con Ben Harper e una con Elvin Bishop, oltre a pubblicare diversi dischi dal vivo, per la sua etichetta, Henrietta.

Ci sono pochi musicisti ancora attivi che incarnano appieno il blues quanto lui...

Non sei ancora abbonato? Fallo qui!

Il tuo contributo di soli € 20,00/anno ti permetterà di leggere tutte le notizie e gli articoli sul mondo del blues e dintorni e, a noi, di poter continuare nel nostro lavoro di ricerca e scrittura.

La rivista

Un anno di Blues

Ogni 3 mesi un numero che arriverà direttamente a casa tua in formato PDF comodamente stampabile per una miglior lettura

blog

I nostri articoli

I nostri articoli, le ultime novità dal mondo del blues

George Thorogood al Chiari Blues Festival (foto Gianfranco Skala)
Seconda serata per il Chiari Blues Festival, il 16 luglio scorso, illuminata dalla presenza, per questa unica tappa, di George Thorogood, di ritorno in Italia dopo oltre tre decadi di assenza. Misterioso come talvolta alcuni artisti, per ragioni imperscrutabili, passino raramente dalle nostre parti, mentre altri […]
Anders Osborne al festival Dal Mississippi al Po (foto Matteo Bossi)
Quella di domenica 24 luglio è la serata di chiusura del festival a Fiorenzuola d’Arda e il programma prevede due personaggi diversi e tra l’altro molto amici tra loro, Anders Osborne e Mike Zito. Il primo mancava dai palchi italiani dal lontano 2003, allora era venuto […]
Eric Gales al Trasimeno Blues Festival 2022
Anche se è stato uno dei pochi festival a non interrompersi in questi anni di pandemia, l’edizione 2022 del Trasimeno Blues Festival era particolarmente attesa da chi, nelle stagioni passate, aveva goduto del bel connubio, musica, buon cibo e località suggestive; questo a testimonianza del fatto […]

“Il blues è verità, senza distinzione di colore.” [Van Morrison]

Link amici