Soundtracks Jazz and Blues Festival

Il forte rischio di far parte dell’elenco “rinviato per la drammatica situazione mondiale in corso”, era opprimente anche per lo storico Festival (quindici edizioni), dalla conformazione itinerante fra alcuni comuni dell’alto milanese. More »

Il Blues n.152 Settembre 2020

            In questo numero: Amiri Baraka Harmonica Shah Yazoo Records Benny Turner Jim Morrison Scott Ellison Eddie Shaw Recensioni Italiane ed Estere .. e tanto altro!! Per More »

INTERVISTA SUPERDOWNHOME

Introduzione Hanno aperto i concerti di tutti i mostri sacri del blues e non solo, sono andati a Memphis per l’International Blues Challenge, guadagnandosi pure un invito al Cigar Box Festival di More »

Dal Mississippi Al Po 2020

La XVI edizione del festival Dal Mississippi Al Po si è aperta il 27 agosto con una line up d’eccezione: Roberto Luti & Angelo Leadbelly Rossi seguiti da Gnola Blues Band feat. More »

Trasimeno Blues Festival 2020

La musica come medicinale; viatico per ogni tipo di trattamento, sia si tratti di malessere psicofisico o semplicemente spirituale, ed in un contesto difficile e inusuale come quello che stiamo vivendo il More »

TORRITA BLUES 2020

Never give up! Quest’anno il Torrita Blues Festival lo vogliamo sottotitolare così. Non è il solito evento e non può essere diversamente visto le innumerevoli restrizioni dovute al covid, ma proprio per More »

Il Blues n.151 Giugno 2020

            In questo numero: Maxwell Street Jimmy Davis Robert Johnson John Lee Hooker Robert Lee Coleman Eliza Neals Dave Van Ronk Alberta Hunter Recensioni Italiane ed Estere More »

Tag Archives: Po

RIVER’S RHAPSODY

Le feste natalizie portano, a volte, qualche sorpresa ed è stato proprio il caso dello spettacolo cui abbiamo assistito lo scorso 20 dicembre, nella cornice inusuale dello spazio Cargo Next. Serata allestita dallo Spazio Teatro No’Hma Teresa Pomodoro, presieduto ora dalla sorella Livia, come dono alla città, l’ingresso infatti era gratuito previa prenotazione. Strutturato come un’alternanza di parti recitate e momenti musicali, condotti da due band ben note agli appassionati di blues, la Treves Blues Band, che gioca in casa e Super Chikan & The Fighting Cocks, in trasferta da Clarksdale, Mississippi.

Rootsway – Roots ‘n’ Blues & Food Festival 2014

Qualche cenno del “decennale

«Lo avevamo sempre atteso. Che prendesse forma un Festival che si curasse più della qualità dei suoi interpreti che dei nomi da proporre al pubblico. (…..) e che la Direzione artistica sia affidata a chi avesse come obiettivo la presenza di artisti scelti liberamente e non quelli imposti dalle, purtroppo inevitabili, ragioni di cassetta.»

Le righe sopra, le abbiamo estratte dalla prima recensione del suddetto Festival, apparsa nel n.92 del settembre 2005. Aspettative come “qualità” e “presenza di artisti scelti liberamente”, sono state nel corso del tempo non solo un dato di fatto, ma dei valori fondanti. Con l’edizione di quest’anno è stato celebrato il decennale della Associazione Rootsway, nata per mano di un manipolo di appassionati di musica che proprio nel 2004 avviò il cammino con un concerto del duo Fabio Treves/Alex Gariazzo, alla Casa della Musica a Parma. Nel corso degli anni, qualche, purtroppo, immancabile problema e fisiologici avvicendamenti al loro interno, non hanno comunque scalfito quella che è, prima ancora della figura di organizzatori, la passione per la musica da condividere con gli altri, musica blues ovviamente, con tutti i suoi stati d’animo. Già dalla seconda edizione, i “ragazzi” del Rootsway avevano le idee chiare e, prima di chiunque altro, hanno creato un Festival itinerante, complice i bellissimi luoghi situati lungo o a ridosso del fiume Po ed inseriti in una terra che trasuda cultura, anche culinaria, creando con bluesmen neroamericani (gran parte dei quali provenienti direttamente dagli Stati Uniti del Sud) e bianchi, una atmosfera tipica del Mississippi che dalle sue colline scende nella pianura del Delta. Ed ecco quindi che anche qui da noi il blues va a bagnarsi nelle acque del grande fiume, e assume una dimensione elettrica che nonostante non possa estrinsecarsi in qualche juke joint, ha trovato una sua dimensione unendosi con l’opportunità di stare “a tavola col blues!” La formula è stata azzeccata. Sono stati coinvolti bluesman che altrimenti non avremmo mai visto in Italia, come Willie King, T-Model Ford, Robet Belfour, L.C. Ulmer, Louis Youngblood, Big George Brock, Robert Bilbo Walker, Kenny Brown, North Mississippi Allstars, Eric Deaton, Watermelon Slim e tanti altri, non tralasciando una nutrita presenza italiana e una rappresentanza europea, e senza dimenticare le varie iniziative collaterali: convention internazionale sul mondo del blues, incontri con esperti della materia, presentazione di libri, mostre fotografiche. Per il costante impegno, coerenza e qualità, il “Roots & Blues Food Festival” è stato insignito nel 2009 a Memphis del prestigioso “Keeping The Blues Alive Award” nella categoria “Blues Festival”, proprio nello stesso anno che la nostra Rivista “Il Blues” ricevesse lo stesse riconoscimento nella categoria “Print Media”. 

ROOTSWAY 2013 – ROOTS ‘N’ BLUES & FOOD FESTIVAL

Nel meraviglioso gioiello del Podere Bertazza di Diolo di Soragna si è tenuta la tanto attesa nona edizione del Roots ‘N’ Blues & Food Festival. A causa del momento economico ancora molto difficile, gli organizzatori sono stati costretti ad concentrare la manifestazione in un weekend di sole tre serate tra venerdì 28 e domenica 30 giugno 2013. Ma l’evento ha riscosso ugualmente grandissimo successo di pubblico e, nonostante il tunnel della crisi sembri apparentemente senza fine, la sensazione percepita da molte persone presenti, già durante la serata d’apertura del venerdì, e’ sembrata quella tipica dello “spiraglio di luce che comincia ad intravedersi”. Partiamo ancora prima della serata: il pomeriggio di venerdì 28 giugno sembra un pomeriggio per certi versi qualunque, con gli organizzatori che sembrano ancora perplessi sull’esito dell’edizione 2013.