Il Blues n.153 Dicembre 2020

            In questo numero: Bobby Rush George Thorogood Roberto Luti George Floyd John Nemeth Bobby Solo Living Blues Elli De Mon Recensioni Italiane ed Estere .. e More »

LEADBELLY, IL GRANDE ROMANZO DI UN RE DEL BLUES

LEADBELLY, IL GRANDE ROMANZO DI UN RE DEL BLUES

“Leadbelly. Il grande romanzo di un re del blues” di Edmond G. Addeo e Richard M. Garvin esce nella collana Black Prometheus della Shake Edizioni (300 pagine, 17 euro, traduzione di Giancarlo More »

Soundtracks Jazz and Blues Festival

Il forte rischio di far parte dell’elenco “rinviato per la drammatica situazione mondiale in corso”, era opprimente anche per lo storico Festival (quindici edizioni), dalla conformazione itinerante fra alcuni comuni dell’alto milanese. More »

Il Blues n.152 Settembre 2020

            In questo numero: Amiri Baraka Harmonica Shah Yazoo Records Benny Turner Jim Morrison Scott Ellison Eddie Shaw Recensioni Italiane ed Estere .. e tanto altro!! Per More »

INTERVISTA SUPERDOWNHOME

Introduzione Hanno aperto i concerti di tutti i mostri sacri del blues e non solo, sono andati a Memphis per l’International Blues Challenge, guadagnandosi pure un invito al Cigar Box Festival di More »

Dal Mississippi Al Po 2020

La XVI edizione del festival Dal Mississippi Al Po si è aperta il 27 agosto con una line up d’eccezione: Roberto Luti & Angelo Leadbelly Rossi seguiti da Gnola Blues Band feat. More »

Trasimeno Blues Festival 2020

La musica come medicinale; viatico per ogni tipo di trattamento, sia si tratti di malessere psicofisico o semplicemente spirituale, ed in un contesto difficile e inusuale come quello che stiamo vivendo il More »

Tag Archives: Chris Cain

Festival 2018

  • Torna puntuale in dicembre nel Canton Ticino, la Rassegna “Gospel & Spirituals” giunta alla sua 29.esima edizione. Un passato con grandi nomi come il Golden Gate Quartet, i Soul Stirrers, i Blind Boys of Alabama, i Senational Nightingales, i Jackson Southenaires, il Chicago Mass Choir, Otis ClayDr. Bobby Jones, Liz McComb e molti altri che si rinnova quest’anno con la presenza di gruppi del Gospel contemporaneo. Da sabato 8 a domenica 30 dicembre, sei concerti in esclusiva per la Svizzera italiana. Info: www.freegreen.ch e Facebook: https://www.facebook.com/groups/173668952728790/.
  • Edizione invernale per il Pontinia Rock&Blues Festival, il 17 e 18 novembre, presso il teatro Fellini della città in provincia di Latina. Saliranno sul palco Francesco Lucarelli e Vanessa Peters (sabato 17) e Lino Muoio Mandolin Blues Quartet e Corey Harris Duo(domenica 18). Info: http://www.officinapapyrus.it/
  • Il Lucerne Blues Festival, edizione numero 24, è previsto dal 9 al 18 novembre prossimi. Sul palco del Grand Casino saranno di scena: Curtis Salgado & Alan Hager, Annie Mack, James Hunter Six, Rev. Sekou (15/11), RJ  Mischo, Anthony Geraci & Boston Blues All Stars, Janiva Magness, Barrence Whitfield (16/11), Rockin’ Johnny Burgin, Johnny Tucker, Curtis Salgado, Geno Delafose (17/11). Info: https://www.bluesfestival.ch
  • Il Novara Gospel Festival si terrà il 12 e 13 ottobre presso il Teatro Coccia della città piemontese. Ci saranno, tra gli altri, Colin Vassel, Michael Stuckey e Myron Butler. Info: http://www.novaragospel.it/html/index.html

TRASIMENO BLUES 2018

Cominciamo con i numeri! Quattro le località che hanno ospitato diciannove concerti in dodici giorni con circa settanta musicisti coinvolti; questa è stata quantitativamente l’avventura per il festival lacustre umbro 2018 che, casi del destino, è iniziato sotto gli spettacolari auspici di un’eclissi lunare storica. La Rocca di Castiglione con il suo palco più storico e scenografico per il Trasimeno Blues ha aperto le porte alla 23 esima edizione con il set di Chris Cain e Carlos Johnson. Accompagnati dalla band di Luca Giordano i due axmen si sono esibiti su un repertorio di Chicago Blues classico, con brevi tuffi nel funk jazz quando on stage c’era Chris.

Porretta Soul Festival 19-22 luglio 2018

Archiviata la faraonica edizione numero trenta, quella del 2017, il Porretta Soul Festival, è ufficialmente entrato nel secondo trentennio. Nonostante (o magari anche grazie a) un paio di benvenuti allargamenti ad altri generi, la Soul City appenninica è tornata a far sognare le migliaia di appassionati che l’hanno invasa in occasione della trentunesima replica. La fase inaugurale, giovedì 19, si è discostata leggermente dal solco del deep soul “classico” quando l’asso del boogie woogie Mitch Woods ha dato un’incendiaria dimostrazione di che cosa è capace il pianoforte sui terreni confinanti del blues e del rock e la romagnola JBees Band ha affrontato con piglio prettamente danzereccio funk, jazz, dance/pop e disco in un tributo a “Soul Train”, la mitica trasmissione tv che sancì il dominio della black music.