Soundtracks Jazz and Blues Festival

Il forte rischio di far parte dell’elenco “rinviato per la drammatica situazione mondiale in corso”, era opprimente anche per lo storico Festival (quindici edizioni), dalla conformazione itinerante fra alcuni comuni dell’alto milanese. More »

Il Blues n.152 Settembre 2020

            In questo numero: Amiri Baraka Harmonica Shah Yazoo Records Benny Turner Jim Morrison Scott Ellison Eddie Shaw Recensioni Italiane ed Estere .. e tanto altro!! Per More »

INTERVISTA SUPERDOWNHOME

Introduzione Hanno aperto i concerti di tutti i mostri sacri del blues e non solo, sono andati a Memphis per l’International Blues Challenge, guadagnandosi pure un invito al Cigar Box Festival di More »

Dal Mississippi Al Po 2020

La XVI edizione del festival Dal Mississippi Al Po si è aperta il 27 agosto con una line up d’eccezione: Roberto Luti & Angelo Leadbelly Rossi seguiti da Gnola Blues Band feat. More »

Trasimeno Blues Festival 2020

La musica come medicinale; viatico per ogni tipo di trattamento, sia si tratti di malessere psicofisico o semplicemente spirituale, ed in un contesto difficile e inusuale come quello che stiamo vivendo il More »

TORRITA BLUES 2020

Never give up! Quest’anno il Torrita Blues Festival lo vogliamo sottotitolare così. Non è il solito evento e non può essere diversamente visto le innumerevoli restrizioni dovute al covid, ma proprio per More »

Il Blues n.151 Giugno 2020

            In questo numero: Maxwell Street Jimmy Davis Robert Johnson John Lee Hooker Robert Lee Coleman Eliza Neals Dave Van Ronk Alberta Hunter Recensioni Italiane ed Estere More »

Tag Archives: silvano brambilla

Radio

  • Ritorna la trasmissione “Catfish Blues” condotta da Edoardo “Catfish” Fassio ogni giovedì in diretta alle 17.00 su Radio Banda Larga. Info: https://rbl.media/it/
  • Daniele Gemignani conduce dall’ottobre 2016 conduce “Juke Joint”, un programma che va in onda una volta a settimana (dal 2017, al giovedì) dalle 21 alle 23 su Garage Radio. Info: http://www.garageradio.eu/
  • Il programma I Lupi Della Notte condotto da Nightwolf “Tupa” va in onda da oltre 20 anni  ogni venerdi notte per far ascoltare le migliori selezioni con blues jazz rock ‘n roll swing soul e diretti derivati in libero ascolto dalle 21.00 fino alle 04.00. Info: http://www.radioduemila.com/
  • Suoni Inauditi  trasmissione dedicata al blues, tenuta da Lucio Traversari va in onda sulle frequenze di Radio Veneto Uno (97,500 nel Nord Est) ogni lunedi’ alle 21.05, in replica martedi’ alle 18.05 e giovedi’ alle 13.05 . inoltre si puo’ ascoltare in diretta in streaming sul sito di  www.venetouno.it 
  • Infinitamente Blues va in onda ogni due lunedì alle 22.30 su Radio Cooperativa 92,700 di Padova, con ospiti dal vivo. Info: www.radiocooperativa.org. Puntate precedenti su: www.noncicredo.org cliccando sul link BLUES.
  • Note Blues, l’unico programma radiofonico sul blues in Sardegna, condotto da Massimo Salvau. Con interviste a personaggi e band italiani e promozione di artisti e band esteri. Il sito web: www.noteblues.it

Guido Toffoletti

Da Vent’anni…un vuoto       di Silvano Brambilla

C’è uno spazio della nostra quotidianità che da vent’anni è vuoto. Lo aveva sempre riempito con una certificata passione ed entusiasmo per la musica, per la vita e per gli amici, Guido Toffoletti… da Venezia, come gli piaceva annunciarsi a noi amici di Milano e non solo. In quello spazio si è fatto concreto un dispiacere enorme all’alba del 22 agosto del 1999, quando Guido fu investito da un’auto mentre in bicicletta percorreva la via Romea nei pressi di Cavarzere. Per una quantità di ragioni, uno come lui non si può dimenticare, chi lo ha frequentato sarà sicuramente d’accordo, ma c’è una stimatissima persona, nonché uno dei più sensibili musicisti italiani di blues con Guido sono stati come fratelli, Stefano Zabeo, il più legittimato a ricordarlo. Fra i tanti ricordi che abbiamo di Guido, ci sono le sue telefonate, scherzose, ironiche. Non c’erano ancora i cellulari, tutto avveniva tramite il telefono di casa. Il vostro primo contatto è stato…via telefono? No, anche se più tardi le telefonate fiume divennero una costante quasi quotidiana, che spesso faceva andare in bestia mio padre, specie quando entrò in vigore la cosiddetta “TUT” (tariffa urbana a tempo). La nostra amicizia però nacque ben prima delle telefonate, perché frequentavamo gli stessi ambienti e avendo gli stessi interessi e la stessa età (allora più o meno dodici/tredici anni), fu facile sviluppare una vera amicizia.

Spinto da una profonda passione Guido a quindici anni se ne andò di casa perché sapeva già cosa fare da grande, il musicista. Una persona determinata dunque. Col senno di poi quella sua scelta come la consideri, avventata, oppure anagraficamente giusta per poi diventare quello che è diventato? A quei tempi non era poi così importante suonare, quanto piuttosto far parte di un movimento che eravamo sicuri avrebbe cambiato il mondo. Noi siamo cresciuti nell’epoca del beat, dunque prima ancora degli hippy, dei figli dei fiori e di Woodstock, situazioni di cui poi in seguito facemmo parte. Guido ebbe il coraggio di fare quello che tuttinoi avremmo voluto, andarsene per stare in quel mondo, quello musicale, che sembrava davvero essere popolato dai profeti di una terra promessa che tutti volevamo raggiungere. Fu proprio in quell’ambiente che Guido imparò a suonare seriamente e a sviluppare una vera passione. Ma si trattò di una conseguenza, non di una causa.

Quali sono state le qualità di Guido per diventare un leader?

Era una persona molto pragmatica e decisa, ciò che io non sono mai stato. Lui sapeva perfettamente cosa voleva ottenere ed era pronto a pagare qualsiasi prezzo pur di arrivarci, ma sia chiaro, il suo obbiettivo non fu mai quello di ottenere il successo, quanto quello di fare la musica che gli piaceva senza legami e senza compromessi, “No Compromise” è anche il titolo di un disco che registrammo a Vicenza, (n.d.t. uscito nel 1985 per L’Appaloosa, è stato il disco più venduto di Guido, famoso anche per la foto di copertina). Ricordo una sera di molti anni fa […]continua a leggere nel numero 148 di settembre 2019.

Eventi 2018

  • Bluessuria Party

Appuntamento al 28 e 29 dicembre prossimi al Butterflies di Trecase (Na), con Mauro Ferrarese (28) e Veronica Sbergia e Max De Bernardi, con ospite Lino Muoio (29). Info: https://www.facebook.com/pg/Bluessuria-415316495206574/events/?ref=page_internal

  • Natale in Blues

A Brescia appuntamento il 16 dicembre dalle 15 alle 18 in piazza Duomo, organizzata da dall’associazione Brescia In Blues in  collaborazione con l’associazione Angelman. Sei gruppi si alterneranno sul palco e la serata proseguirà con una jam presso il Music Temple di via Giorgione.

  • Bloom In Blues – Christmas Blues Party

Dedicato alla memoria del fondatore di Italian Blues River, Gianni Mangione, il concerto di Natale al Bloom di Mezzago, domenica 16 dicembre. Sul palco ci saranno: Max De Bernardi, Leo Ghiringhelli, Enea Barzaghi. Info: https://bloomnet.org/events/328/16-dicembre-2018-9-christmas-blues-party-live-jam-session

  • Riccardo Ceres 

Il cantautore “pulp”, presenta il suo nuovo album, Spaghetti Southern, il prossimo 7 dicembre al Sanacore Roots Pub di Sala di Caserta (Ce), accompagnato da Fabio Tommasone (piano elettrico) e Raffaele Natale (batteria). Info: https://www.facebook.com/events/440928843107398/

  • Concerto Pastor Ron a Milano

Da Cleveland, Ohio, ritorna ancora una volta a Milano uno degli spettacoli gospel più intensi e trascinanti: il pastore battista Ron Ixaac Hubbard e il suo gruppo si esibiranno presso il teatro Gregorianum, la prossima Domenica 9 Dicembre. Dopo essere già venuto in Italia nei mesi scorsi ed essere stato soprattutto uno dei protagonisti a Novembre della Gospel Connection, il workshop di riferimento per tutti gli amanti di questa musica, Pastor Ron ci regalerà un’altra serata indimenticabile, capace di regalare sorrisi, entusiasmo, divertimento, emozione: in una parola, gioia. L’organizzazione è sempre curata dall’italiana Alma Music Project. Info: https://www.facebook.com/pg/SalaGregorianum/events/

  • La storia del Blues

Presso l’auditorium S. Barnaba di Brescia, il 9 dicembre alle ore 16,30, si terrà il secondo appuntamento con la rassegna “La storia del blues – il blues e le sue derivazioni”, spettacolo con narrazione e musica dal vivo di Freddy Dellaglio.

  • Premio Herbie Goins

Si terrà al club l’Asino che Vola di  Roma il prossimo 9 dicembre la serata del premio intitolato allo scomparso Herbie Goins. La serata si propone di onorare la memoria di Goins, creando un premio in suo nome, a cadenza annuale, che riconosca personalità che si sono distinte nell’ambito della musica afroamericana. Tra i premiati di quest’anno, Stefano Palma, Mario Insenga, Luciano Duro e Tommaso Cerroni. Info: https://www.facebook.com/events/2053265111651016/

Marcus King Band – Milano

Un pubblico di adulti accorso davanti ad un ventenne per farsi trasportare negli anni della loro gioventù, gli anni settanta. Così possiamo giustificare la gran parte degli avventori che hanno riempito il Legend Club di Milano per l’ultima data della tour europeo primaverile e prima in Italia, per la band del giovane cantante e chitarrista del South Carolina, Marcus King.

SONGHOY BLUES – LONGLAKE FESTIVAL LUGANO

Musicalmente parlando, mentre gli occidentali filosofeggiano sulle nuove generazioni e chi indicare come colui o coloro che diventeranno i futuri portavoce, in Mali il ricambio generazionale è un atto concreto, e chi prende il testimone non  tralascia di continuare a dar voce ai valori fondanti della loro cultura. I Songhoy Blues è un quartetto formato da giovani ragazzi con la passione per la musica, come tantissimi altri su questo pianeta, solo che hanno seriamente rischiato di non poter già più suonare perché una barbarie umana che scorrazzava nei loro luoghi di residenza, il nord del Mali, considerava la loro musica come “impura”.

LUKE WINSLOW-KING & ROBERTO LUTI

Prima di parlare del concerto cui abbiamo assistito, due parole le spendiamo per il luogo che lo ha ospitato, il Nidaba di Milano, locale che in questi giorni ha festeggiato i vent’anni di attività. Un traguardo non da poco, specialmente in considerazione delle proposte musicali di qualità costante e non omologata, che ne hanno contraddistinto l’identità. Il 9 febbraio scorso ci siamo tornati per ascoltare due giovani musicisti che pur non essendovi nati, hanno gravitato a lungo attorno a New Orleans: Luke Winslow-King e Roberto Luti.

Festival 2014

  • Il Gospel di Natale si terrà dal 19 al 26 Dicembre in diverse località lombarde. Si esibiranno il 19  Dicembre a Lovere i Disciples Gospel Singers  il 20 Dicembre a Leffe The Friendly Travellers il 26 Dicembre  a Trescore Balneario i  F.O.C.U.S. Sound of Victory. Info: http://www.geomusic.it/
  • La 12° edizione del Gospel Explosion si terrà dal 25 al 98 Dicembre in diverse località della Sardegna. Si esibiranno The Harlem Messengers.  Info: http://www.narcaoblues.it/
  • La 2° edizione dellAugusta Blues Fest si terrà il 27 e 28 Dicembre in Piazza Duomo ad Augusta (Sr). Si esibiranno  Blue stuff, Luca Giordano, Terminal VV Blues Band, Paola Ronci & the Hay Bale Stompers, Martino Palmisano e la Complanare Blues Band. L’attore Gaetano Gennai introdurrà le serate. Info: pagina facebook.
  • Il Rocce Rosse 2014 Winter Edition si terrà a Cagliari presso l’Auditorium del Conservatorio dal 16 al 21 Dicembre. Si esibiranno tra gli altri   Francesco Piu, Trevel Blues Band, Fabrizio Poggi,  Harlem Gospel Choir. Info: http://www.roccerosse.it/
  • La 11a edizione de Castelfranco Blues Festival si terrà a Castelfranco Emilia dall’11 al 14 Dicembre. Si esibiranno Armonauti,  Bruce James & Bella Black, Clive Bunker, Riki Massini & The Bonus Track Band, Pippo Guarnera, Martin Internassionala Jass Band, Dave Moretti Blues Revue,  Marco Pandolfi Duo,  Jerry Jones & Soul Trail, coro Gospel “Muppet Choir”. Info: http://www.castelfrancoblues.it/